Un'altra tappa si aggiunge al nostro percorso sull'acquedotto Vergine: l'area archeologica di Via del Nazzareno, che insieme a Rinascente e Vicus Caprarius ci permetteranno di apprezzare questo meraviglioso manufatto ingegneristico in tutte le sue caratteristiche!

Non abbiamo in calendario una visita per questo sito Contattaci per concordare una visita privata
Costo: € 12,00
Costo biglietto: € 8,00
Durata: 2,00 H

VISITA GUIDATA: 12€ inclusi radio trasmettitori

INGRESSO ALL'AREA ARCHEOLOGICA DEL VICUS CAPRARIUS: 4€ (da pagare sul posto, portare la cifra esatta)

INGRESSO ALL'AREA ARXHEOLGOCA DI VIA DEL NAZZARENO: 4€ (da pagare sul posto, portare la cifra esatta)

DURATA VISITA: 1h30

INFO: 334 7401467

N.B. Il numero massimo di partecipanti è di 20 persone. Per partecipare alla visita è necessario presentarsi muniti di mascherina.  Si avvisano i partecipanti che, per motivi di sicurezza, nominativi e recapiti saranno trattenuti dall'Associazione per il mese successivo allo svolgersi dell'attività. 

Tra tutti gli acquedotti dell’antica Roma, incredibili opere di architettura e ingegneria, l’Acquedotto Vergine è l’unico ancora funzionante all’interno della città: alimenta infatti ancora oggi alcune delle più belle fontane barocche di Roma come la Barcaccia a Piazza di Spagna, la fontana di Piazza Navona e la Fontana di Trevi.
Inaugurato da augusto nel 19 a.C., con il suo percorso di circa 20 km in gran parte sotterraneo, portava le acque dalla campagna romana fino al centro della città. Solo lultimo tratto dell'acquedotto, che attraversava l’antico Campo Marzio, correva su archi, e alcune di queste arcate sono ancora oggi visibili sotto i pavimenti e l'asfaalto dei palazzi e delle strade moderne.
Noi seguiremo proprio questo itinerario attraverso 3 tappe: il piano interrato de La Rinascente dove potremo ammirare, recentemente rinvenute, ben 15 arcate dell’antico acquedotto, l'area archeolgica di Via del Nazzareno, dove si può osservare da vicino un'arcata dell'acquedotto monumentalizzata al tempo dell'imperatore Claudio, e l’area archeologica del “Vicus caprarius -  La città dell’acqua”, 
dove si può ammirare un'antico serbatoio dell'acquedotto: ancora oggi in questo suggestivo ambiente sotterraneo scorre la stessa acqua portata a Roma da Augusto e Agrippa!

Unitevi a questa visita, sarà un’occasione unica per ammirare da vicino i resti di uno dei più importanti acquedotti dell’antichità e per scoprire le meraviglie dell'ingegneria antica!

Appuntamento: all'area archeologica di Via del Nazzareno

Per questa visita il luogo dell'appuntamento è raggiungibile alle coordinate GPS presenti nel link in basso; è consigliabile presentarsi 15 minuti prima dell'inizio della visita per espletare tutte le formalità del caso

Naviga verso il louogo dell'appuntamento