Siete pronti per un’avventura speleologica in un panorama mozzafiato? A Vicovaro sarà possibile entrare ed esplorare sottoterra lo speco, cioè il condotto, dell’acquedotto di Claudio!

Non abbiamo in calendario una visita per questo sito Contattaci per concordare una visita privata
Costo: € 20,00
Costo biglietto: € 5,00
Durata: 2,30 H

VISITA GUIDATA: 20€

BIGLIETTO D'INGRESSO AL SITO: 5€, da versare IN CONTANTI sul posto

Il costo totale del tour è di 25 euro, 20 per la visita e 5 per il biglietto d'ingresso.

DURATA VISITA: 2h30

INFO: 334 7401467

Se alla fine del percorso, o prima di partire, vuoi fermarti a pranzo nell’agriturismo "OASI FRANCESCANA", specificalo nella nota al momento dell’iscrizione. Il menù comprende: primo, secondo con contorno e dolce, il costo è di 20 euro, che andranno saldate in contanti sul posto. Se ti fermi a pranzo, il biglietto di accesso al sito è gratuito!

POSSIBILITà DI PARCHEGGIO INTERNO!!

 

Siete pronti per un’avventura speleologica in un panorama mozzafiato?

A Vicovaro sarà possibile entrare ed esplorare sottoterra per un notevole tratto lo speco, cioè il condotto, dell’acquedotto di Claudio!

L’acquedotto dell’acqua Claudia, iniziato dall’imperatore Caligola nel 38 d.C. e terminato da Claudio nel 52 d.C., era lungo circa 68 km, di cui gran parte (54 km) in sotterranea e solo 15 km sopra terra. L’acqua proveniva per lo più da sorgenti di ottima qualità, situate nell'alta valle dell'Aniene a poca distanza da quelle dell'acqua Marcia, che scorre, nel tratto da noi attraversato, poco più in basso.

A Vicovaro il condotto, interamente sotterraneo, venne scavato all’interno del friabile travertino della zona. Oggi l'acqua non scorre più, e quindi, armati di caschetti e torce, potremo camminare all’interno dello speco, seguendo lo stesso percorso che percorreva l’acqua dentro il canale nell’antichità: potremo ricostruirne l’andamento, il funzionamento, le tecniche di costruzione, i ripensamenti in corso d’opera e tutti gli accorgimenti tecnici e ingegneristici messi in atto dagli antichi romani per trasportare l’acqua!

Lo stesso luogo, a strapiombo sulle acque del fiume, venne utilizzato tra V e VI secolo da alcune comunità di monaci anacoreti come luogo di raccoglimento e meditazione, tra cui, ospite speciale, San Benedetto! Durante il nostro percorso avremo modo di raccontare anche questa vicenda, entrando in alcune cappelle scavate nella roccia o ricavate da grotte naturali…

 

La natura esuberante - con bellissimi squarci di azzurro tra la vegetazione - e le tante storie nascoste nel banco calcareo rendono l’esplorazione di questo sito magico un’esperienza emozionante e ricca di sorprese!

 

P.S. LEGGERE CON ATTENZIONE LE SPECIFICHE TECNICHE E LE INFORMAZIONI SULL’EQUIPAGGAIAMENTO NECESSARIO! LA VISITA è SCONSIGLIATA AI MINORI DI 12 ANNI E AI MAGGIORI DI 65.

1)   Il percorso si svolge a piedi, la durata è di circa 2h30, di cui circa 20/30 minuti di SALITA A GRADINI per tornare al punto di partenza.

2)   È necessario indossare: pantaloni lunghi, scarpe da trekking, ed essere muniti di una FELPA e di una TORCIA ELETTRICA. L'associazione vi fornirà invece di cuffiette igieniche e caschi protettivi.

3)   Durante il percorso è possibile incontrare qualche “animaletto”: non solo i dolicopodi (o grilli da roccia), a cui siamo ormai abituati nei sotterranei, ma anche ragni e qualche pipistrello! Se sei spaventato dalla popolazione dei sotterranei, forse è meglio rinunciare...o farsi accompagnare da un amico coraggioso!!!

Appuntamento: Vicovaro, eremi di San Benedetto e Acquedotti Romani

Per questa visita il luogo dell'appuntamento è raggiungibile alle coordinate GPS presenti nel link in basso; è consigliabile presentarsi 15 minuti prima dell'inizio della visita per espletare tutte le formalità del caso

Naviga verso il louogo dell'appuntamento